Prevenzione e cura a lungo termine per il collo

Controllare il tuo dolore e i sintomi

Questa è la tua prima esperienza con un problema al collo? Forse hai avuto problemi per molti anni. In entrambi i casi, la soluzione migliore per evitare problemi al collo in futuro è capire come prevenire ulteriori dolori e / o lesioni al collo. È anche utile sapere come prendersi cura del proprio collo se il dolore colpisce di nuovo.

  • Postura
    Usare una postura sana è come tenere uno scudo di difesa contro i futuri problemi al collo. Dolore e lesioni possono essere prevenuti. Quando le articolazioni sono posizionate nella loro postura sicura o neutra, il corpo funziona come una macchina elegante. Funziona in modo sicuro e anche in maniera più produttiva. Quando vengono utilizzate posizioni sbilanciate, è più probabile che si verifichino problemi. La prevenzione del dolore al collo e delle lesioni ha molto a che fare con il mantenimento di una posizione equilibrata della colonna vertebrale e delle estremità. In piedi, questo equilibrio segue un filo a piombo dall’orecchio alla caviglia. In posizione seduta, questa linea scende dall’orecchio all’anca. Una regola empirica per le estremità è di tenerli nelle loro posizioni rilassate.
  • Ci sono tre curve naturali nella colonna vertebrale. Da una vista laterale, il collo (colonna vertebrale cervicale) si curva leggermente verso l’interno. La parte centrale della schiena (colonna vertebrale toracica) si curva leggermente verso l’esterno. La parte bassa della schiena (colonna lombare) si curva leggermente verso l’interno. Mantenere questa relazione stando in piedi, seduti o in movimento è la base per una postura sana. Quando ci muoviamo, piegarsi con le anche è fondamentale per evitare l’arrotondamento o il raddrizzamento della colonna vertebrale. Ciò mantiene la colonna vertebrale sicura durante le attività come il sollevamento e la camminata.
  • Per una migliore postura seduta, sedersi con un buon allineamento verticale della colonna vertebrale utilizzando una comoda sedia progettata per supportare la corretta curva.
  • Evita le flessioni tenendo la schiena bassa contro lo schienale della sedia. Piegare la testa in avanti stravolge il collo e colpisce i nervi e le arterie che portano alle braccia. Le spalle dovrebbero essere rilassate e i gomiti, i fianchi e le ginocchia dovrebbero essere piegati ad angoli retti (novanta gradi). Evitare la pressione alla parte posteriore delle ginocchia. I piedi devono essere tenuti distesi sul pavimento o supportati da un poggiapiedi.
  • La postura maldestra pone lo stress sul corpo che può causare dolore al collo. L’allungamento con la colonna vertebrale o il piegamento della testa in avanti mette il corpo fuori allineamento, causando l’allungamento e la flessione degli arti. Troppa flessione o raddrizzamento (estensione) nella colonna vertebrale aumenta il rischio di lesioni.
    I sintomi di dolore, formicolio o intorpidimento del braccio o della mano possono anche derivare da una cattiva postura del collo. La leggera curva interna del collo equilibra la testa sulla colonna vertebrale. Evita posizioni estreme, come guardare le stelle o piegare la testa per lunghi periodi durante la lettura di un libro. Mantenere una postura bilanciata è una misura che puoi usare per prevenire ulteriori lesioni e dolori al collo.
  • Ergonomia
    L’ergonomia è uno sguardo al modo in cui le persone lavorano. Che cosa ha a che fare l’ergonomia con il dolore al collo? Potrebbe avere molto a che fare con questo. È possibile che anche piccoli cambiamenti nel modo in cui svolgi il tuo lavoro o il tuo hobby possano alleviare il dolore che senti ora evitando ulteriori lesioni.
  • In alcuni casi, è meglio avere qualcuno addestrato in ergonomia, come un terapista fisico o professionale, che controlli la postazione di lavoro e il modo in cui si lavora. Il primo passo sarà per loro farti alcune domande sul tuo lavoro, il che ha senso. Dato che sei tu a fare il lavoro, avrai un’opinione di esperti su cosa sembra funzionare, cosa potrebbe essere fatto in modo diverso e quali compiti sembrano causare i maggiori problemi per te. Una volta che queste domande sono state trattate, il valutatore vorrà vederti svolgere i compiti di lavoro. Le aree che verranno annotate includono le posture che utilizzi, le ripetizioni per completare l’attività, il tempo di riposo tra le attività e l’ammontare dei pesi con cui hai a che fare. Per gli impiegati, l’esaminatore esaminerà l’allineamento dei monitor dei computer, delle sedie, delle altezze della scrivania, ecc. Altre aree che possono essere valutate includono altezze di lavoro, strumenti del mestiere, illuminazione e temperatura. È anche utile guardare le posture di lavoro e le attività lavorative per vedere se ciò che si sta facendo può essere fatto con meno stress e tensione sul proprio corpo.
  • Quando la valutazione del sito di lavoro è finita, probabilmente a te o al tuo supervisore verranno date alcune raccomandazioni, alcune di queste potrebbero anche essere quelle che ti sono venute in mente! L’ergonomia non deve sempre comportare cambiamenti costosi. Anche piccoli aggiustamenti possono fare un’enorme differenza nell’allentare il dolore e prevenire ulteriori problemi.
  • Strategie sul posto di lavoro: queste strategie sono idee su come lavorare con maggiore sicurezza e produttività ancora migliore. Hai mai provato stress o tensione al lavoroi. La realtà è che le persone sono spesso chiamate a fare ancora di più con meno risorse. Hanno di fronte più responsabilità e più scadenze per portare a termine i loro compiti. La salute del collo potrebbe essere a rischio con queste pressioni di montaggio. Ma gli scienziati ci hanno aiutato a capire che c’è una difesa di fronte a queste crescenti pressioni.
Hanno dimostrato l’importanza di utilizzare le “Tre R” per alleviare la tensione e ridurre il dolore al collo durante il lavoro:
  • Riposo
    Ciò include pause frequenti durante l’orario di lavoro. Significa anche scegliere attività alternative per avere la mente pronta per una nuova attività lavorativa. Le attività comprendono la respirazione profonda, la camminata, il pisolino o l’allenamento.
  • Rilassamento
    Mettiti comodo. Sdraiati. Abbassa le luci e ascolta il tuo CD preferito. Tenta di respirare lentamente e profondamente, permettendo all’addome di alzarsi e abbassarsi ritmicamente. L’utilizzo di immagini visive può anche aiutare nel rilassamento. Prova a visualizzare ogni muscolo che si rilassa uno dopo l’altro.
  • Recupero
    I nostri corpi hanno bisogno di una possibilità per guarire. Le attività ripetute e prolungate possono richiedere il pagamento di un pedaggio se il corpo non ha la possibilità di riprendersi. Il recupero aiuta a riparare questi tessuti doloranti lungo la strada, mantenendoli sani.

Sia al lavoro che a casa, puoi usare queste idee per aiutare a prevenire dolori e lesioni al collo. Ecco alcuni consigli aggiuntivi da utilizzare al lavoro per evitare tensioni e mantenere il collo sano

  • Essere rilassato
    Cerca di lavorare con i muscoli rilassati. Per rimanere rilassati, sembra rilassato.
  • Calmati
    Mantieni la calma. Evita cambiamenti improvvisi nel carico di lavoro. Cerca di evitare i “panici” dell’ultimo minuto per rispettare le scadenze.
  • Fare una pausa
    Fai un “micro break” di trenta secondi ogni venti o trenta minuti per fare un po’’di respiro profondo e alcuni esercizi. Prenditi qualche minuto ogni ora per fare degli esercizi, prendere un bicchiere d’acqua o infastidire un collega. Usa la tua pausa pranzo per fare un pisolino o una passeggiata.
  • Cambia posizione
    Evita di tenere il collo, il tronco o gli arti fermi a lungo. Pianifica modi per portare a termine il lavoro utilizzando diverse posizioni. Siediti per un po’, poi rimani un po’ in piedi. O semplicemente riaggiustare il tuo approccio al compito.
  • Evitare caffeina e tabacco
    Questi possono aumentare lo stress, ridurre il flusso sanguigno e aumentare la consapevolezza del dolore al collo.

Photo by Esther Driehaus on Unsplash
Photo by frank mckenna on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Via Mario Fani, 169 - 00135 Roma

Chiamaci al numero

Chiamaci al numero

+39 392 4672051

Scrivici all'indirizzo

Scrivici all'indirizzo

nexus.physio.rm@gmail.com

Contattaci per un

Contattaci per un

Appuntamento